Lingue

Autoritratto con la moglie e i due figli

Galleria d'Arte Moderna

Autore: Gauffier Louis
Tipologia: dipinto
Sala: sala 2

Descrizione

Acquistato nel 1801 per 50 zecchini dall'eredità dell'artista . Il quadro è stato studiato in modo perfetto da Sandra Pinto nel 1972: fu acquistato nel dicembre 1801, qualche mese dopo la morte del pittore . Delle tre opere dell'eredità Gauffier proposte per l'acquisizione alle raccolte granducali fu accettato solo l'autoritratto, che, esposto prima all'Accademia di Belle Arti, figura oggi nella Galleria d'Arte Moderna. E' un quadro del 1793, l'anno in cui il Gauffier lasciò Roma per Firenze, perchè dei due bimbi la più giovane, nata nel 1792, non dimostra più di un anno. E sarà proprio a favore dei due orfanelli che il quadro sarà venduto nel 1801. Secondo l'inventario del 1825, il ritratto del pittore sarebbe opera di sua moglie, Pauline Chatillon, anch'essa pittrice, da lui sposata nel 1790, e che aveva preceduto di pochi mesi il marito nella tomba. Sempre secondo l'inventario del 1825, nello sfondo sarebbe raffigurata "una parte del giardino della Villa Pinciana con la veduta in lontananza del Tempio di Nettuno"; ma la veduta del Tempio di Esculapio a Villa Borghese, è in parte di fantasia. Marmottan riproduce un disegno allora nella collezione Artus di Parigi che sembra piuttosto copia del quadro che uno studio finito, ben diverso dal disegno del museo Magnin di Digione che è finito e quadrettato, per un dipinto perduto pure raffigurante l'artista con la moglie e i due figli

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Altre opere in sala 2

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.