Lingue

Zefiro

Giardini reali - Parco della Reggia di Caserta

Autore: Gaetano Salomone
Tipologia: statua

Descrizione

Si tratta della prima statua che orna, sulla balaustra esterna, la rampa sinistra del Ponte di Sala, intorno la fontana di Eolo. La scultura rappresenta Zefiro, o anche Favonio, il vento primaverile di Ponente. Raccontando la storia del culto di Esculapio, Ovidio narra:"... Attraverso il mare Ionio con zefiri moderati, al sesto rispuntare dell'Aurora la nave entra nelle acque d'Italia...". L'opera è da assegare a Gaetano Salomone, come per tutte le altre tre statue che si trovano all'ingresso di ambedue le rampe. In data 29 aprile 1779, sono concessi allo scultore:" ducati 80, quali sono a compimento della scoltura che sta facendo in pietra travertina della cava del Montegrande, della statua detta Zefire a la f. d'Eolo...". Successivamente in data 4 agosto, una nota riferisce:"...nella cui supplica è riferito il mancato anticipo per lavorando con i suoi giovani il secondo Zefiro per la fontana di Sala...". Complessivamente, allo scultore vengono pagati per questo lavoro 360 ducati

Photo and Text Credits: catalogo.beniculturali.it

Prova inQuadro!

Se non ti trovi al museo clicca sul link di seguito e potrai testare la nostra guida inquadrando alcune opere direttamente nella pagina DEMO.

Sei nei dintorni?

Se ti trovi nei dintorni del museo puoi raggiungerlo e inquadrando con il tuo mobile potrai scoprire l’audioguida.